La Posizione

La postura ideale


Ideale, non migliore. E' bene chiarire subito questo concetto, infatti non è detto che una postura diversa da questa non sia efficace. Le caratteristiche qui descritte sono quelle ideali per ottenere una stabilità tale da influire positivamente sul risultato. Una postura differente può essere efficace se produce una stabilità generale nella norma.

Per postura si intende la posizione dell'intero corpo, escluso il braccio con cui si tira.

Essa è stabile e comoda, torsioni superflue possono generare instabilità, così come le tensioni eccessive possono diventare disturbanti.


Si mette avanti il piede corrispondente al braccio di tiro. L’inclinazione del piede è in genere tra 45° e il piede completamente parallelo rispetto al bersaglio. Mettere il piede perpendicolare rispetto alla battuta, non è una posizione ottimale, in quanto porta ad una notevole rotazione dell’anca verso l’esterno. Anche in questo caso (piede perpendicolare) bisognerà stabilire, tramite misurazione, se questo influisce negativamente sul risultato.

La parte superiore del corpo e la testa in genere tengono una posizione in cui si crea una verticale che parte dall’orecchio, passa per il baricentro e termina nel piede dominante 

Il tronco dovrebbe essere dritto o al limite un proseguimento della gamba dietro, la quale svolge la funzione di contrappeso per mantenere la postura stabile e non dovrebbe alzarsi durante il tiro.

La postura dovrebbe rimanere molto stabile in senso verticale, per tutta la durata del tiro, per evitare saltellamenti.

In generale il corpo dovrebbe restare il più possibile fermo, altrimenti il dartboard diventa un bersaglio mobile.

Prendere posizione è un rituale importante per creare la giusta tensione e concentrazione. Soprattutto in situazioni insolite è consigliato avere un rituale di questo movimento, in quanto può trasmettere sicurezza e una buona sensazione di fondo, che a loro volta possono contribuire in maniera positiva alla prestazione.